Tea Tree e Lavanda: gli oli essenziali

 A volte bastano pochi e semplici gesti per ritrovare un po’ di tranquillità. Essenze come Tea tree e Lavanda sono fra le più versatili dal punto di vista terapeutico ed è consigliabile averle sempre in casa o portarle con noi anche in viaggio, come piccoli ma validi aiuti in molteplici circostanze.

Olio essenziale di

Distillato da Melaleuca alternifolia, albero iriginario dell’Australia, si contraddistingue per la sua nota di testa pungente, che accompagna il profumo fresco, balsamico e speziato, che riporta alla mente una visione di “pulizia”.  Essendo dotato di numerose proprietà ampiamente dimostrate, risulta avere un largo impiego in ambito cosmetico e fitoterapico: le più spiccate sono quelle antimicrobiche, antivirali, antimicotiche, antisettiche e disinfettanti.
La sua composizione chimica è regolata da uno standard internazionale ISO4730 valido per 14 componenti (terpineolo, eucaliptolo, γ-terpinene, α-pinene ecc) e lo rende un olio essenziale atossico, non irritante e inserito in Farmacopea Europea.

  • Potente antisettico e disinfettante, trova impiego nel trattamento di infezioni e lesioni cutanee, quali acne, tagli e bruciature, sfruttando anche le sue azioni depurative  e cicatrizzanti. Si applica  tramite impacchi e lavaggi, preparati al 5%, aggiunto alla crema di normale utilizzo (30 gocce in 50 ml di crema), oppure 3 gocce in un cucchiaino di olio vegetale.
  • Adatto anche alla pulizia del viso, può coadiuvante naturale nella cura di candida e miceti che attaccano pelle e unghie, come infezioni vaginali e onicomicosi. Si può aggiungere direttamente al detergente intimo (20 gocce di in 100 ml) oppure in lavande vaginali.
  • Ottimo rimedio anche per herpes, afte e gengiviti, viene diluito per fare gargarismi o applicato puro sulle lesioni della bocca.
  • Sfruttando l’azione antivirale e antimicorobica, può essere aggiunto a detergenti e shampoo sebonormalizzanti, per potenziarne l’ effetto, alleviando il prurito del cuoio capelluto,  trattare la forfora e regolarizzare il sebo (circa 30 gocce in 250 ml di shampoo).
  • Grazie alle sue proprietà disinfettanti, inoltre, può essere un valido aiuto anche nella detergenza  della casa, aggiungendone qualche goccia nell’acqua per detergere pavimenti, ma anche per pulire e igienizzare qualsiasi altra superficie.
  • Gocce di Tea tree possono inoltre, essere aggiunte all’acqua di suffumigi o al colluttorio, per trattare in modo naturale mal di gola e piccole affezioni delle prime vie respiratorie, anche in sinergia con olio essenziale di Eucalipto e Lavanda.
  • Per avere un effetto antisettico potenziato, si può usare in sinergia con altri oli essenziali, quali Timo, Limone, Niaouly e Palmarosa geranio, anch’ essi con azione antibatterica e antisettica.

Olio essenziale alla

Un’ altra essenza nostra alleata, è quella di Lavanda, ottenuta dalla distillazione di fiori e sommità fiorite di Lavandula officinalis.
Olio essenziale dal profumo floreale ed erbaceo, arricchito da note legnose e balsamiche, costituito da oltre 100 componenti chimici, tra cui  principalmente alcooli terpenici come linalolo (40-50 %) e cineolo, non tossico, non irritante e non sensibilizzante.

  • Trova impiego nel trattamento di tosse e malattie da raffreddamento, grazie all’attività antispasmodica e calmante, aggiunta all’acqua per fare suffumigi.
  • Può essere applicato puro su punture di insetti, piccole lesioni e ustioni, per le sue proprietà lenitive.
  • Spiccate attività antimicrobica e antibatterica, consentono il suo utilizzo nel trattamento di acne e forfora (vista la sua efficacia vs Malassezia furfur), aggiungendone alcune gocce nelle creme di normale utilizzo, o disciolte in oli vegetali, ad esempio olio di mandorle dolci puro.
  • L’olio essenziale di lavanda è inoltre largamente utilizzato in aromaterapia, per combattere insonnia, tensione nervosa associata a stress, cefalea , grazie alla sua azione calmante e rilassante, sedativa e depressiva sul sistema nervoso.
  • Viene impiegato in saponi, lozioni, oli e profumeria.
  • Si abbina bene ad altri oli essenziali, come quello di Mandarino e Patchouly.
  • A fine giornata, per ritrovare un po’ di pace e benessere, è utile concedersi un bagno caldo, unendo all’acqua 4 pugni di sale grosso con 5-7 gocce di olio essenziale, per rilassare mente e muscoli, oppure bastano poche gocce in olio vegetale, da spalmare sulla pelle, per essere avvolti dal suo profumo caratteristico avvolgente. Un consiglio è quello di nebulizzarlo sul cuscino, per favorire e addolcire il riposo notturno.

A cura di Roberta Ghiori

Scopri i nostri Oli Essenziali puri al 100% :

Staff Karitia

Staff Karitia

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Effettua il log-in

Cari Clienti,

In questo momento così difficile vi siamo vicini e vi sosterremo per rialzarci insieme. Noi Farmacisti, primo presidio sanitario ed ultimo rimasto aperto al pubblico, siamo con voi, oggi come ieri, lavorando ininterrottamente per produrre GEL IGIENIZZANTE, SAPONI e SPRAY DETERGENTE al fine di ridurre il contagio. Ma soprattutto saremo con voi domani, continuando nel nostro impegno di offrire gli stessi prodotti e servizi, uniti alla stessa disponibilità di sempre. Nessun progetto sarà interrotto. È un momento difficile per tutti, ma la capacità di programmare e collaborare sarà garanzia di continuità ed innovazione. Con l’augurio che questa emergenza finisca presto.

Il team KaritiA